I Luoghi dell’abitare sono definiti da forme e volumi caratterizzati da precise scelte progettuali.

L’architetto e il designer, partendo dai bisogni del cliente danno vita, in modo creativo e funzionale, ad un progetto sartoriale.

Studiòvo

Nella prima fase la capacità di ascolto è fondamentale per raccogliere il maggior numero di informazioni per interpretare i bisogni e gli interessi del cliente. Successivamente la conoscenza tecnica e l’abilità artistica doneranno al progetto un’anima stilistica unica.

In quanto designer di interni e prodotto (arredo, complementi, gioielli, ecc..), sono portata a considerare tutti i minimi particolari sia in fase progettuale che produttiva. La mia attenzione va alla scelta dei materiali più adatti, ecologici ed eleganti. In ogni ambiente l’accostamento dei materiali, dei colori, dei volumi e dell’illuminazione assume una valenza di impatto sensoriale alla ricerca di contesti piacevoli ed evocativi. Cerco sempre di far riflettere il mio committente sull’importanza di scelte qualitative senza tempo, lontane dal concetto consumistico dell’usa e getta, utilizzando materiali come il legno, la ceramica, o l’agglomerato in base marmo o quarzo, che riescono ad unire le tecnologie più contemporanee alla bellezza antica senza tempo.

Officina 8A

Durante il mio percorso professionale ho avuto la fortuna e il piacere di venire a contatto con grandi professionisti che hanno sapientemente messo in atto le loro competenze, dando vita a veri e propri luoghi d’autore come Officina 8A (Torino), Studiòvo (Firenze), Silvio Girolamo (Bari).

Silvio Girolamo

“Il punto di partenza è la tensione verso la bellezza, verso l’arte, in modo che la sorpresa, lo stupore, l’inatteso siano parte anche dell’opera architettonica.”

Stefania Scarfò