Creare e arredare una casa, villa o appartamento che sia, rappresenta un momento in cui abbiamo l’opportunità di dare vita alle nostre passioni e ai nostri sogni, che trovano la loro espressione nelle scelte che facciamo da un punto di vista dello stile e della selezione dei materiali. Spesso la nostra ispirazione trova la sua musa nella natura, nelle sue forme, nei colori e nella materia.

La natura può così entrare nelle nostre case in molti modi: come complemento d’arredo, riempiendo l’ambiente di piante e fiori; come pezzo di arredo, dove l’intarsio del mobile o la sua stessa forma si ricongiunge a elementi del mondo naturale come fiori, foglie o animali.

Ma la natura può essere parte integrante del tutto anche in modo più strutturale, nell’architettura stessa della nostra abitazione. Ricordiamo, ad esempio, lo Stile Liberty o Art Nouveau che ha fatto della natura il suo stesso manifesto, riprendendone le forme in modo stilizzato. Conosciuta anche come lo “Stile Floreale”, questa corrente artistica ottocentesca, nata in Francia, ha dato alla luce nell’architettura a palazzi e opere straordinarie. Il maggiore esponente in Spagna fu Antonio Gaudì. In Italia ritroviamo questo stile nelle ville dell’architetto Pietro Fenoglio, in alcuni palazzi con vetrate in ferro battuto di una bellezza straordinaria, in balconate e cancelli, oggi testimonianza di un periodo fiorente dell’architettura nel mondo.

La stanza da bagno come ispirazione alla natura

Parlando di arredo, ci sono molti spazi di una casa che si possono ispirare agli elementi naturali ma un ambiente più degli altri si presta meglio a questo tipo di personalizzazione: la stanza da bagno. È lì che il più delle volte riusciamo a dare sfogo e realizzare concretamente le nostre idee. Quando pensiamo a come arredarla seguiamo le nostre inclinazioni, il nostro carattere e ci lasciamo influenzare dalle mode e dalle nostre passioni.

Sa la nostra passione è la natura possiamo partire dalla selezione dei materiali. La nostra scelta ricadrà quindi su materie naturali come SM Marble che unisce la preziosità dei marmi naturali a resine che ne garantiscono la durabilità nel tempo. Con toni e nuance tipici della pietra naturale SM Marble è perfetto per ogni tipo di accostamento proprio perché richiama le texture e i colori degli elementi della natura.

Una volta definita la pavimentazione e il rivestimento della parete, passiamo all’arredo della stanza e qui il mercato offre un ampio ventaglio di scelte: dalle rubinetterie personalizzate, a cornici elaborate delle specchiere, fino a vasche e sanitari con forme più sinuose. Un aspetto interessante è quello del riuso: spesso nei bagni possiamo ritrovare elementi della natura, come tronchi o rocce, lavorati e riutilizzati per costruire il lavabo.

La natura in cucina non è solo per gli chef

Quando la nostra idea di natura invece si sposta in cucina lascia spazio alla fantasia, non solo nelle ricette ma anche nell’arredo. Gli elementi floreali possono letteralmente impossessarsi di questo ambiente trovando la massima espressione nel vasellame e nelle posate.

https://magazine.santamargherita.net/quarzo-il-top-in-cucina/

Ma la cucina stessa può essere espressione di questa passione. Dalle tende con mille possibili decorazioni, agli arredi, fino ai piani di lavoro. SM Quartz, ad esempio, è creato a partire dalle sabbie di quarzo mescolato a resine che lo rendono la superficie naturale ideale in cucina, perché resistente ai graffi, agli urti e alle macchie. In molteplici colorazioni è la scelta ideale, soprattutto in cucina, perché non trattiene lo sporco ed è semplice da pulire.

La sensazione di natura all’interno di una casa è olistica e si propaga in un ambiente nel momento in cui siamo capaci di realizzare un mix efficace di tutti gli elementi, dall’arredo ai complementi, tenendo sempre a mente di miscelare in modo sapiente materia, colori e forme.